Sei capace di gestire le emozioni?

Il percorso che porta un risparmiatore ad investire i propri soldi è molto simile per la quasi totalità delle persone e nasce da uno stimolo iniziale ben preciso: la volontà di accrescere il proprio denaro. Le persone si creano delle aspettative e, dopo aver fatto le loro personali valutazioni, decidono di impiegare una certa somma per un certo periodo di tempo. Quello che però spesso non sanno è che oltre al denaro ben presto si troveranno anche a dover gestire le emozioni.

All’inizio tutto può sembrare facile: ho investito i miei soldi e devo solo stare li a vedere aumentare il mio conto in banca. Purtroppo però i movimenti nella finanza non sono a linea retta, ma sono a zig zag. Questo significa che a periodi di salita si susseguono, e si susseguiranno sempre essendo questa una legge naturale dei mercati, dei periodi di discesa.

Una prima valutazione sbagliata, e per la quale si rende subito necessaria la capacità di gestire le emozioni, è quella di considerare le discese come delle perdite certe.

In realtà non è così. La più grande paura dell’investitore e in generale una delle più grandi paure degli esseri umani è non avere più qualcosa che si aveva prima. A maggior ragione nel caso dei soldi, il pensare di poter perdere dei soldi è psicologicamente un dolore molto intenso. Lo è perché il nostro cervello funziona in questo modo. Siamo geneticamente costruiti per mantenere il nostro stato ed è dimostrato che degli eventi peggiorativi, come la perdita dei soldi, sono molto più intensi a livello emotivo degli eventi migliorativi, come il guadagnare la stessa identica cifra. Inoltre perdere dei soldi ci fa stare male per tanto tempo, mentre guadagnarli ci da solo un’euforia momentanea.

Il nostro cervello tende all’autoconservazione ed è questo modo di provare emozioni dentro di noi, che è il più grande ostacolo a guadagnare, e a diventare ricchi nel lungo periodo.

La più grande paura degli investitori è subire grandi perdite, questa paura ci fa agire in modo stupido

La seconda valutazione sbagliata deriva dalla prima ed è disinvestire i propri soldi. Disinvestire significa cristallizzare la perdita e portarla a casa. Le perdite si hanno quando decidiamo di disinvestire i nostri soldi accettando il fatto che essi siano diminuiti e che soprattutto non possano più aumentare. Ne deriva che disinvestire significa non saper gestire le emozioni e agire in base ad esse. Disinvestire vuol dire perdere!  

Come non perdere mai...

Siamo sicuri che farsi prendere dalle emozioni sia la cosa giusta da fare? Per scoprirlo bisogna semplicemente vedere  gli andamenti storici di borsa e capire se disinvestire sia stata la scelta giusta. Di seguito l’analisi del sito Adviseonly.com in cui si mettono in relazione le probabilità di imbattersi in un crash di mercato e le probabilità di recuperare totalmente il crash.

gestire le emozioni

Vediamo come man mano che andiamo avanti nel tempo (durata dell’investimento) è molto probabile che il nostro investimento sia esposto ad un drawdown (grafico blu). Il drawdown è in inglese il modo di chiamare una discesa finanziaria. Il motivo è chiaro: se il mercato si muove a zig zag, come detto sopra, più tempo mantengo investiti i miei soldi e più è probabile che nella vita di questo investimento possa avere delle discese. Capiamo quindi un concetto essenziale: investire significa avere sicuramente dei momenti di discesa.

La cosa più importante è però un’altra ed è segnalata dal grafico verde: più tempo passa, più è bassa, arrivando addirittura a 0, la probabilità di shortfall finale. Lo shortfall è l’effettiva perdita, cioè disinvestire e ed effettivamente far diventare una discesa una perdita.

Questo significa che matematicamente nel lungo periodo non perderemo mai!

...E guadagnare sempre

Indipendentemente dal momento di entrata, restare nell’investimento ci permette di azzerare totalmente le perdite. Se ad esempio analizziamo la crisi del 2008, la più grande crisi finanziaria degli ultimi 100 anni, vediamo che, anche se un investitore fosse entrato nel mercato l’ 08 ottobre del 2007, il giorno del punto più alto e quindi avesse subito tutta la discesa di borsa, avrebbe recuperato la discesa peggiore degli ultimi 100 anni in…5 anni. E questa è la peggiore ipotesi possibile degli ultimi 100 anni. Se avesse investito in un altro qualsiasi giorno degli ultimi 100 anni e avesse subito una discesa avrebbe recuperato in molto meno tempo. Senza parlare del fatto che nel 75% dei casi se avesse investito avrebbe iniziato a guadagnare dal giorno dopo…

gestire le emozioni

Se vogliamo investire, e dobbiamo farlo per non vedere sicuramente svalutati i nostri soldi, è assolutamente necessario gestire le emozioni. I dati storici dimostrano che non pensare alle perdite momentanee ma avere un’ottica di lungo periodo è l’unico modo per far fruttare il proprio denaro. Sta ad ognuno di noi ricordarsi di questa semplice regola la prossima volta che il mercato scenderà.

In questo modo non guarderemo più la discesa con gli occhi di chi vede un pericolo, ma con gli occhi di chi pregusta un’opportunità.

Scopri Conoscenza Finanziaria

Conoscenza finanziaria è un percorso che ha l’obiettivo di far conoscere alle persone le cose da sapere per poter avere una maggiore consapevolezza quando investono.

Sia che tu abbia a disposizione grandi o piccoli capitali poniti l’obiettivo di preservare ed accrescere il tuo capitale.

Seguendoci capirai come è possible diventare un investitore e realizzare i tuoi progetti. 

Seguici su Facebook, Youtube e Instagram

Richiedi una Consulenza Gratuita

Vuoi saperne di più sul mondo degli investimenti? Vuoi raggiungere i tuoi obiettivi finanziari? Vuoi analizzare un investimento che stai già facendo e capirne meglio gli aspetti? Per qualsiasi domanda tu abbia relativamente agli aspetti finanziari della tua vita OTTIENI CONSULENZA GRATUITA ED UNISCITI AL GRUPPO DEGLI INVESTITORI CHE SI FANNO AIUTARE DALLA CONOSCENZA FINANZIARIA

    Condividi questo articolo per diffondere la Cultura Finanziaria!

    WRITTEN BY

    Il mio nome è Domenico Varricchio. Sono un consulente finanziario. Prima di essere un consulente sono però un risparmiatore che ha capito che oggi è diventato fondamentale investire in modo corretto. Nello svolgimento del mio lavoro ho capito che, come me, sempre più persone necessitano di essere consapevoli di come funziona il mondo della Finanza e degli Investimenti. Ho deciso di creare Conoscenza Finanziaria per aiutare le persone a prendere le decisioni corrette per il loro futuro e quello dei loro cari

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *